RISCALDARE UNA PISCINA…tutto quello che devi sapere.

Avere  l’acqua della propria piscina alla temperatura desiderata è una delle priorità che riscontriamo maggiormente nelle richieste
dei nostri clienti.
Ovviamente il nostro consiglio è quello di iniziare pensando ad un sistema per limitare l’abbassamento della temperatura dell’acqua isolando al meglio la propria piscina, con una copertura isotermica… Alcune tipologie di coperture isotermiche sono progettate non solo per isolare, ma anche per riscaldare, quindi posso partecipare attivamente (con le dovute precauzioni…) al riscaldamento della piscina.
Se vuoi approfondire l’argomento trovi info e curiosità utili cliccando qui
Se poi si ha la necessità di scaldare l’acqua esistono diversi sistemi di riscaldamento:

un riscaldamento solare con dei tappetini o le cupole radianti;

 

 

 

 

 

 

 

un riscaldamento elettrico dedicato alle vasche SPA o idroterapiche, ed alle piscine più piccole;

 

 

 

 

 

 

 

un riscaldamento combinato con il proprio impianto di casa utilizzando uno scambiatore di calore sull’impianto piscina che “scambia” l’energia termica ricevuta dal generatore dell’abitazione (o dedicato), che sia a gas, a combustibile liquido, o geotermico (pannelli solari dell’impianto sanitario, termopompa dell’impianto sanitario ecc.).

 

 

 

 

Una pompa di calore aria acqua dedicata alla sola piscina  che è senza dubbio il sistema di riscaldamento più redditizio e più utilizzato ad oggi.

 

 

 

 

Esatto , hai capito bene! Le pompe di calore oggi esistono anche informati molto piccoli adatti a scaldare l’acqua anche di piccole piscine fuori terra; (qui trovi degli esempi…) .I loro vantaggi sono molteplici:

  • costo di gestione bassi (sopratutto se confrontati con i sistemi  non solari tradizionali) perchè hanno altissime rese nelle stagioni calde, tipicamente al di sopra dei 15°C di temperatura ambiente.
  • costi di acquisto ormai non più troppo elevati.
  • possibilità di regolare la temperatura voluta.
  • installazioni semplicissime e senza necessità di creare strutture apposite (le termopompe sono macchina da appoggiare al suolo all’esterno!)
Per scegliere il sistema di riscaldamento corretto bisognerebbe eseguire un bilancio termico.

Con questo strumento si possono avere dati certi sul consumo di energia e sulla resa del sistema adottato. Alcuni produttori  di sistemi di riscaldamento come ad esempio Zodiac,  forniscono apparecchiature dimensionate tramite un bilancio termico che è possibile avere anche gratuitamente fornendo i dati necessari al proprio rivenditore di fiducia. Noi ad esempio lo facciamo spesso per i nostri clienti, e sopratutto è  completamente gratuito!

(inviaci una mail a info@castelflora.it per richiedere gratuitamente un BILANCIO TERMICO!)

In ogni caso è sempre bene tenere presente queste poche regole:
  • L’utilizzo giornaliero di un telo termico traslucido come ad esempio un telo a bolle permette di ridurre l’evaporazione e quindi raffreddamento notturno, e durante il giorno aiuta a scaldare l’acqua della piscina grazie all’effetto lente. Scegliendo invece un telo a mousse opaco, oppure una tapparella, Otteniamo un effetto isotermica migliore ma dobbiamo rinunciare a riscaldamento del sole.
  • C’è da considerare in ogni caso che durante la giornata, soprattutto nelle ore più calde, sarebbe bene tenere la piscina scoperta Per evitare innalzamenti di temperatura repentini e incontrollabili, quindi difficili da gestire.
È bene sottolineare infatti che nonostante sia piacevole fare il bagno in acqua calda la temperatura dell’acqua alta provoca una maggiore proliferazione dei microrganismi e batteri e quindi un maggior consumo dei prodotti chimici. Il consiglio quindi è di mantenere il giusto compromesso, con una temperatura che possibilmente non salga oltre 28-30 °C.
Non resta quindi che augurarti un buon bagno, possibilmente in una piscina con acqua “super calda!!!”

2 thoughts on “RISCALDARE UNA PISCINA…tutto quello che devi sapere.

  1. Ottime info! posso mandarvi le misure della mia piscina per avere un bilancio termico?

    1. Ciao Gianni, grazie per aver commentato!
      non c’è problema, ti scriviamo in privato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *